Il Fai – Delegazione di Siena organizza visite guidate alla mostra “Siena dal ‘200 al ‘400. La collezione Salini”

Fino al 15 settembre, data di chiusura dell’esposizione, sarà possibile prenotarsi tramite mail

Dopo la grande partecipazione di personalità istituzionali, della Presidente Regionale FAI Toscana Sibilla della Gherardesca, di iscritti Fai e di semplici appassionati in occasione della presentazione del restauro del Cristo Deposto di Francesco di Giorgio, la Delegazione di Siena del FAI – Fondo Ambiente Italiano prosegue il suo impegno sul territorio promuovendo un’altra iniziativa in programma nei mesi estivi.
In occasione della mostra “Siena dal ‘200 al ‘400. La collezione Salini” presso i Magazzini del Sale del Palazzo Pubblico di Siena, in programma fino al 15 settembre, la nostra Delegazione organizza, su prenotazione, visite guidate gratuite riservate ai nostri iscritti e loro amici, ma anche alle contrade e associazioni culturali.
La collezione dell’architetto Simonpietro Salini, conservata nel castello di Gallico (Asciano), è eccezionalmente esposta per la prima volta nella nostra città per essere visitata da senesi e turisti che, in questo periodo, visitano Siena e il suo territorio. Oltre cento le opere di pittura, scultura, oreficeria e maiolica risalenti ai tre secoli più esaltanti della storia di Siena – raccolte in circa trent’anni e di attività di ricerca e provenienti da importati collezioni private o dal mercato antiquario – sono esposte negli affascinanti ambienti dei Magazzini del Sale dove l’architetto Simonpietro Salini ha voluto ricreare l’atmosfera del suo castello. È questa un’occasione unica per ammirare capolavori unici dei nostri maggiori artisti come Duccio di Buoninsegna, Giovanni Pisano, Simone Martini, Pietro e Ambrogio Lorenzetti, Jacopo della Quercia, Luca di Tommè, Sassetta, Giovanni di Paolo e molti altri.
La mostra è suddivisa nei periodi più significativi che hanno caratterizzato la vita della città in quel periodo: dalla evoluzione dell’arte bizantina a Duccio, in pittura, e al Pisano, in scultura; dalle botteghe di Simone e dei due Lorenzetti alla grande peste del 1348 e alla ‘ripresa’ che ne è seguita con la rinascita delle scuole dei grandi maestri fino al Quattrocento, con Jacopo della Quercia e gli albori del Rinascimento.
I visitatori saranno accompagnati da Luca Mansueto, storico dell’arte e nostro Delegato FAI, e potranno usufruire di visite guidate gratuite per gruppi non superiori alle quindici persone per volta. È questa un occasione unica per ammirare alcuni eccezionali capolavori che sono abitualmente preclusi alla pubblica fruizione.
Prenotazione obbligatoria al seguente indirizzo email: [email protected]
I giorni e gli orari stabiliti dalla Delegazione sono ogni Mercoledi h. 17.00 e ogni Sabato h. 11.00.
L’ingresso, per volontà dell’architetto Simonpietro Salini, è gratuito, facoltativa solo un’offerta il cui ricavato sarà destinato dal Comune di Siena al restauro di un opera d’arte proveniente dai luoghi terremotati.
Il costo del catalogo è di 18 euro.

Estra
Electronic Flare
Centro Farc
Terre Cablate
Siena Bureau
Europa Due