Palio straordinario, cosa vorrebbero le norme: in Piazza in 5mila tutti seduti, green pass dietro al cavallo

Il sindaco chiederà comunque al Governo una deroga

“Il sipario sul Palio straordinario non cala definitivamente – ha spiegato il sindaco Luigi De Mossi al termine dell’incontro con prefetto e questore – perchè comunque faremo altre richieste, ma se il Governo e il Comitato non ci danno deroghe non possiamo fare nulla. Faremo anche un’altra riunione con priori, Asl e protezione civile, ma il problema resta il contingentamento all’interno della Piazza e le possibilità di spostamento. I tempi sono strettissimi ma proveremo a chiedere una deroga che permetta di stare in Piazza del Campo almeno ad 8-9mila persone, in piedi e non a sedere, accesso alla Piazza contingentato ma solo per quanto riguarda tampone o green pass, e una distribuzione numerica per le 17 consorelle tenendo conto di una proporzione data dalla numerosità dei popoli. Dietro al cavallo può andare solo chi ha il green pass per evitare assembramenti anche per le strade del centro. Altro tema è quello del giorno del Palio, per l’affluenza delle comparse verso piazza del Duomo, e il giubilo che è un momento fondamentale che però dovrà essere gestito dalla contrada vittoriosa. Tutte cose sulle quali dovremo ragionare anche per i Palii del 2022″.