Pensionario cavalli da Palio, firmata la convenzione triennale

Il sindaco di Siena: “Tutela, amore e rispetto dei nostri eroi di Piazza del Campo”

La Giunta Comunale ha rinnovato la convenzione con il Raggruppamento carabinieri biodiversità – Reparto biodiversità di Siena per il Pensionario dei cavalli da Palio per gli anni 2021-2023. Il Centro di ospitalità è situato nella Riserva naturale statale di Palazzo di Radicondoli, in provincia di Siena, facente parte del Centro di selezione equestre dei carabinieri.

L’accordo prevede l’accoglienza dei cavalli che in seguito a lesioni riportate in Piazza del Campo durante le corse delle prove regolamentate, per la Tratta o durante le prove e la Carriera, siano stati sottoposti ad interventi chirurgici al fine di recuperare la loro funzione, nonché cavalli che si siano particolarmente distinti nel Palio e per i quali i proprietari abbiano richiesto l’intervento del Comune di Siena al fine di consentire il recupero ed il mantenimento “a vita”.

Il Comune di Siena corrisponderà direttamente alla Tesoreria del Reparto biodiversità di Siena un importo annuo di 5mila euro, per la durata di tre ani, quale contributo per il mantenimento e/o cura dei cavalli ospitati nel Pensionario.

La convenzione e l’istituzione del Centro di accoglienza per i cavalli da Palio va avanti dal 1991, tra gli ospiti si ricordano Quimper, Pegaso, Zullina, Elisir di Logudoro, Altoprato ed altri barberi che hanno corso sul tufo.

“Il Pensionario dei cavalli da Palio – sottolinea il sindaco Luigi De Mossi – fa parte ormai dei valori e della tradizione della nostra città. La firma della convenzione rientra non solo nella sensibilità e nell’amore che Siena ha verso i suoi barberi-eroi di Piazza del Campo, ma è soprattutto la conferma di una identità culturale che le contrade e la città esprimono quotidianamente. Il Pensionario, come i rioni, sono la testimonianza di questa identità e del profondo affetto verso tutti i cavalli che corrono sul tufo i quali, per vari motivi, possono contare su una struttura che gli assicuri una vita più lunga ed accogliente. Ciò è anche garanzia dell’unicità del Palio e di Siena tanto che la prossima settimana presenteremo la nuova ambulanza per i cavalli, un ulteriore tassello della loro salvaguardia. La nostra amministrazione, anche in un contesto di crisi come stiamo vivendo, non è venuta meno al complesso di tutele che abbiamo concepito e realizzato. Il mio ringraziamento va al Raggruppamento carabinieri biodiversità del reparto di Siena per la importante collaborazione ed il sostegno che riservano ogni giorno al nostro Pensionario dei cavalli da Palio” conclude il primo cittadino Luigi De Mossi.