Poggibonsi Basket, importante vittoria per 74-71 a Firenze

Coach Aprile: "Nonostante si sia dovuto inseguire per quasi tutta la partita hanno trovato le energie e la voglia per ribaltare il punteggio e vincere questa partita"

Vittoria in trasferta a Firenze contro Sancat per 74-71 da parte dei Leoni della Paolo Nesi Group Poggibonsi Basket. 21 punti nell’ultimo quarto hanno permesso ai leoni di coach Aprile  di portare a casa una vittoria veramente importante. Importante per i due punti, importante per il morale, ma soprattutto importante per tornare martedi in palestra con la testa più leggera per affrontare la prossima partita di campionato che ricordiamo si giocherà sabato alle ore 21 al Bernino contro Pino Dragons Firenze.

Una partita quella di stasera dove i leoni hanno  sempre inseguito Sancat, ma la tenacia e la grinta hanno fatto si che i ragazzi di coach Aprile abbiano espugnato il campo di Firenze.

Il commento di coach Andrea Aprile :” Prima di tutto voglio dire bravi ai nostri ragazzi. Nonostante abbiano dovuto inseguire per quasi tutta la partita hanno trovato le energie e la voglia per ribaltare il punteggio e vincere questa partita.Non era facile, non era scontato, quindi sono molto contento di questi due punti. La cosa che più mi è piaciuta è vedere che nel grave momento di difficoltà non abbiamo mollato e anzi ci siamo compattati e abbiamo reagito. Questo però non mi basta. Dobbiamo migliorare l’approccio alla gara alzando fin da subito il ritmo in difesa come abbiamo fatto in casa contro Sansepolcro.”

Il commento di Cosimo Lazzeri:”E’ stata una bella soddisfazione vincere. Nonostante le difficoltà che abbiamo trovato in campo, mi è piaciuto il fatto che la reazione è stata quella di una squadra che ha voglia di vincere ovunque e con chiunque. Aver vinto stasera aiuta ci aiuta a trovare fiducia in noi stessi e continuità, ma dobbiamo ancora fare un salto di qualità importante. Dobbiamo lavorare tanto perché ancora il vero Poggibonsi deve venir fuori.Ci sono tutte le carte in regola per crescere ancora e diventare ancora più forti.Nell’ultimo quarto abbiamo cambiato faccia, atteggiamento e questo a livello personale, ma anche di squadra è stata la scintilla che ci ha acceso e ci ha permesso di vincere questa partita”.