Richiedenti asilo si specializzano nel settore ricettivo

Giovani in fuga dalla guerra in Africa o in Asia oggi hanno l’opportunità di diventare aiuto cuoco nei ristoranti o negli alberghi della provincia di Siena. Giovedì suonerà la prima campanella della ‘scuola dei mesteri’ per 18 richiedenti asilo politico provenienti da Mali, Nigeria, Bangladesh, Gambia, Ghana e Pakistan.

E’ l’iniziativa dell’Università per Stranieri di Siena, Associazione Migranti San Francesco Onlus e Cescot Confesercenti.

Il progetto prevede un percorso formativo personalizzato di 90 ore per favorire l’incontro tra le necessità dell’imprenditoria locale alla ricerca di mano d’opera e il bisogno di inclusione sociale dei migranti che hanno trovato alloggio nel territorio senese. Il percorso formativo prevede l’attivazione di un corso costituito da moduli didattici mirati all’acquisizione di competenze di base nel settore della ristorazione e turistico-alberghiero.

Errebian
Electronic Flare
Estra
All Clean Sanex
Centro Farc
Terre Cablate
Europa Due
Siena Bureau