Robur, continua l’occupazione della sede da parte dei tifosi

Continua la protesta dei tifosi della Robur: “Ponte deve lasciare”

Occupazione simbolica delle sede del Siena da parte dei tifosi che hanno apposto uno striscione all’ingresso degli uffici deserti e hanno occupato i locali anche per tutta la notte. Una protesta pacifica che prosegueirà  nelle prossime ore. Nel frattempo a Milano è stata  presentata la richiesta di procedura d’urgenza al giudice per nominare un commissario per gestire la Robur Siena, dopo il mancato incontro di venerdì scorso fra Anna Durio e Antonio Ponte. In questo modo sarebbe garantita l’operatività della società e si potrebbe finalmente cominciare a mettere nero su bianco per quanto riguarda la prossima stagione. Sull’occupazione abbiamo ascoltato il presidente  del Siena Club Fedelissimi Lorenzo Mulinacci. “Una forma di protesta più che pacifica – ha commentato – per richiamare l’attenzione su questa situazione grottesca. E’ una cosa ridicola, la più ridicola del calcio italiano. Nessuno riesce a capirla. Piuttosto siamo di fronte ad una persona disperata, con una marea di debiti e non puoi pretendere di andare via facendo pari”.

Estra
Lusini Gas
Cotas Radio Taxi
Electronic Flare
Siena Motori
Europa Due
Siena Bureau
Terre Cablate
Chianti Banca
Centro Farc