Una lunga notte separa Argilli dalla panchina del Siena

Nottata decisiva per la società bianconera: domani mattina fissata un'altra riunione con Argilli

“Colpo di scena!” avrebbe gridato Mike Buongiorno alla notizia resa nota dall’Acn Siena: le strade della società bianconera e quella dell’allenatore Alberto Gilardino si separano. Il malcontento del campione del mondo del 2006 era venuto a galla nell’intervista prepartita di sabato, in cui chiedeva a gran voce dei nuovi innesti per una squadra molto giovane e falcidiata dagli infortuni. Ieri il pareggio contro il Trestina ed oggi la riunione con la società, in particolare con il presidente Roman Gevorkyan, al termine della quale Gilardino non era più l’allenatore dell’Acn Siena. Partiamo dalle certezze: la prima è che il Siena ha poco tempo per trovare un sostituto, dato l’imminente impegno in campionato di sabato contro il San Donato Tavarnelle e l’allenamento pomeridiano di domani; la seconda è un’altra riunione di oggi pomeriggio che ha coinvolto l’amministratore delegato del Siena Leonardo Petrocelli e il responsabile del settore giovanile bianconero Stefano Argilli, insieme al suo secondo, Gill Voria. Tutti gli indizi portano quindi alla promozione di Argilli dal settore giovanile alla prima squadra bianconera, ma c’è di più: domani mattina è previsto un incontro tra la dirigenza e, appunto, l’attuale responsabile del settore giovanile. Pare quindi che soltanto la notte separi Argilli dalla guida della prima squadra, ma il mondo del calcio è imprevedibile e la società ha comunque deciso di dormirci su prima di prendere la decisione ufficiale. Perchè questa scelta? Perchè ormai è già tutto fatto o perchè si sono profilate altre ipotesi e la società sta vagliando nuove opportunità? La risposta verosimilmente arriverà domani.