Unistrasi, Cataldi: “Università aperta e attiva in una modalità specifica e originale”

Il rettore dell'Università per Stranieri: restiamo aperti

All’Università per Stranieri di Siena, come in tutti gli Atenei italiani, è sospesa l’attività didattica in presenza fino al 15 marzo, ma non sono chiuse le sue sedi, di piazza Rosselli e di piazza Amendola, con i docenti, i collaboratori esperti linguistici e il personale tecnico-amministrativo al lavoro.
“L’emergenza sanitaria che ha colpito l’Italia in questi giorni è ovviamente un evento tragico”, sottolinea il Rettore Pietro Cataldi, “ma è anche un’opportunità per consolidare dinamiche sociali di solidarietà. Ciascuno è chiamato a rispettare le indicazioni ufficiali senza alimentare allarmismi, e gestendo ogni situazione con attenzione alle persone più fragili ed esposte. L’Università per Stranieri di Siena si sta impegnando in questo senso, con una particolare attenzione agli scambi internazionali e all’accoglienza. Siamo pronti a erogare da lunedì un’efficace didattica a distanza, già avviata da oggi per i corsi di lingua; si svolgeranno a distanza anche i ricevimenti degli studenti. Siamo pronti e siamo sicuri che la nostra variegata comunità – studenti, docenti, tecnici e amministrativi – coglierà questo momento come un’opportunità di crescita. L’Università non è chiusa: è aperta e attiva in una modalità specifica e originale”.

Electronic Flare
Estra
Centro Farc
Terre Cablate
Siena Bureau
Europa Due