Il professor Maurizio Bettini riceverà la cittadinanza onoraria di Palermo

Il noto docente di filologia classica dell’Università di Siena sarà insignito stasera al Festival delle letterature migranti

Maurizio Bettini, docente di filologia classica dell’Università di Siena, questa sera (venerdì 19 ottobre) riceverà la cittadinanza onoraria della città di Palermo dal sindaco Leoluca Orlando. Il conferimento avverrà nell’ambito del Festival delle letterature migranti, in corso nel capoluogo siciliano.

Nella motivazione, si legge che l’onorificenza viene attribuita a Bettini “per avere fondato e diretto il Centro Antropologia e mondo antico che ha lo scopo di promuovere un metodo innovativo nello studio della cultura classica, con l’obiettivo di stimolare la collaborazione scientifica fra classicisti, storici, antropologi, semiologi e studiosi di teoria della cultura, in una prospettiva di ricerca di elementi di continuità ed evoluzione culturale tra antico e moderno. Per essere un filologo, antropologo e latinista che ha maturato una riflessione profonda sul Mediterraneo quale luogo di incontro di più culture.

Per l’analisi elaborata sulla realtà di una modernità omologata, che induce l’individuo, proprio quando è in contatto con la diversità, a maturare la tendenza alla difesa delle proprie radici, adottando un atteggiamento di chiusura nei confronti del cambiamento e dell’alterità, oggi rappresentata dal migrante, dimenticando che le culture sono storicamente mutevoli e articolate e che gli antenati del mondo classico in realtà erano molto diversi dagli europei di oggi.

Per la riflessione sul pericolo rappresentato da un uso strumentale della cultura, che mortifica e svilisce la natura stessa del ragionamento e della flessibilità di pensiero che nella storia è stata talvolta assoggettata a scopi specifici al fine di costruire una immagine di uomo ben definita”.

Sul significato e sul valore della cultura, lo scorso giugno il professor Bettini ha tenuto a Siena la lectio magistralis in occasione del Graduation Day, di fronte a oltre seicento laureati che hanno partecipato alla cerimonia organizzata dall’Università di Siena in piazza San Francesco. Il centro di Antropologia del mondo antico è stato fondato da Bettini nel 1986 presso l’Ateneo senese e ha inaugurato un filone di ricerca sui classici che, accogliendo e innovando in modo del tutto originale correnti di pensiero nate nel mondo anglosassone, ha cambiato la visione degli studi sulla Grecia e Roma.

Estra
Electronic Flare
Centro Farc
Terre Cablate
Siena Bureau
Europa Due