Locazioni turistiche a Siena, Assohotel Confesercenti: “Regole più chiare nell’interesse generale”

Intervento in merito alle ipotesi allo studio. Il coordinatore provinciale Ginestrini: “E’ necessario attrezzarsi prima di fare come Venezia”

“Chi di fatto concorre all’offerta ricettiva di un territorio deve assumersene anche gli oneri che ne conseguono. E’ giusto che la regolamentazione degli affitti brevi diventi più chiara ed equa di quanto è stato in passato.  E’ apprezzabile quindi l’intento espresso in questi giorni sia dal Ministro del Turismo che dal Comune di Siena. Chi gestisce le locazioni turistiche dovrà sentirsi più responsabilizzato anche sulla qualità dell’offerta turistica  che esprime il territorio in cui opera, ed a cui di fatto concorre con la sua attività”. Così Andrea Ginestrini, Coordinatore provinciale di Assohotel Confesercenti, valute le recenti ipotesi di una maggiore regolamentazione dell’offerta di locazioni turistiche.

“E’ vero che Siena non ha ancora i negativi effetti collaterali che si notano in altre località, Venezia su tutte – afferma – ma è assolutamente necessario attrezzarsi prima di superare il livello di guardia. Lo dico pensando alla percezione esterna della destinazione turistica, alle attese dei residenti ed a quelle degli imprenditori che dell’attività ricettiva fanno la propria regione d’essere, in modo professionale e sottoposto alla serie completa di adempimenti che questo comporta”.