Nuovo regolamento sui quartieri, botta e risposta tra Maggiorelli e Periccioli

I consigliere comunali di Fratelli d’Italia e Pd si confrontano a Di Sabato sul metodo di selezione dei nuovi componenti dei consigli area che sostituiscono le consulte

Un nuovo regolamento sui quartieri di Siena, dopo l’abrogazione di quello delle Consulte, per aumentare la rappresentatività dei cittadini e lavorare sulle istanze e sui problemi, sarà presto portato in Giunta. Il regolamento prevede la creazione dei consigli di area, attraverso la selezione di persone attive nella vita dei quartieri, scelte dai gruppi consiliari sulla base della rappresentatività elettorale: “No al voto per eleggere i consigli- ha detto il consigliere comunale di Fratelli d’Italia a Di Sabato su Siena Tv – nel 2013, quando si voto per  la prima e ultima volta per le Consulte, alle urne andò il 4% della popolazione. Non c’è rappresentatività così”. “Quattro persone – sottolinea Maggiorelli – saranno selezione dalla maggioranza, due dalla minoranza, due tramite bando pubblico e ci sarà la novità del consigliere comunale delegato per ogni quartiere, che presenzierà ad ogni consiglio di area. L’unico modo per avvicinare i cittadini alla politica reale, a Udine ad esempio funziona benissimo da anni”.

Netta contrarietà da parte di Giulia Periccioli, consigliere comunale PD: “Meccanismo che ci fa tornare indietro al feudalesimo – sottolinea – come quando il principe decideva chi rappresentarlo nei feudi. C’è stata poca volontà di capire limiti e migliorie, il regolamento delle consulte è stato eliminato e sostituito da accrocchio senza senso, con una selezione dei gruppi consiliari all’interno di cittadini attivi. Come si fa a costituire un organo da tramite tra Comune e cittadini senza dare ai cittadini di scegliere il rappresentante, è fantascienza”.

 

Errebian
Electronic Flare
Estra
All Clean Sanex
Centro Farc
Terre Cablate
Siena Bureau
Europa Due