Serie D, il Poggibonsi attende Trestina. Bonechi: "Avversario ostico, ma rispetto all'andata siamo cresciuti"

Giallorossi in campo allo Stefano Lotti domani alle 14.30

Di Redazione | 21 Gennaio 2023 alle 11:30

Serie D, il Poggibonsi attende Trestina. Bonechi: "Avversario ostico, ma rispetto all'andata siamo cresciuti"

“Un infortunio al piede mi aveva purtroppo frenato nelle ultime settimane. Domenica però mi sentivo totalmente recuperato dal punto di vista fisico; sono contento di aver dato il mio contributo alla squadra per conquistare una vittoria di rilievo”.

Queste le prime parole del difensore di U.S. Poggibonsi Niccolò Bonechi, in vista della gara della 20esima giornata di campionato di Serie D Girone E Poggibonsi-Trestina, in programma domani ore 14.30 allo Stadio Stefano Lotti di Poggibonsi.

“Non ho trascorso un periodo facile, perché dopo l’espulsione contro il Livorno, in occasione del rientro ad Arezzo ho rimediato una microfrattura all’alluce: un guaio che mi ha costretto allo stop per l’intero periodo della pausa natalizia. Nella trasferta di Grosseto accusavo ancora fastidio e quindi non sono potuto scendere in campo.

Il Poggibonsi del 2023 ha fornito delle risposte convincenti, ma allo stesso tempo è parso ancora più chiaro come questo gruppo riesca a conseguire punti soltanto se rimane concentrato per novanta minuti.

Per occupare le zone alte della classifica serve sempre fare la prestazione e mettere forza di volontà.

Sono un difensore centrale dalla scarsa fisicità, ma mi sono adattato ad utilizzare altre caratteristiche del mio repertorio come l’intelligenza tattica e l’attenzione in marcatura.

Domenica ci attende un avversario ostico. Il Trestina all’andata ci ha nettamente sopraffatto. Da quella partita però ci sentiamo cresciuti.

Siamo consapevoli che gli umbri necessitano di punti per risalire posizioni e che, nonostante le assenze, arriveranno con il coltello tra i denti. Inoltre non è mai impresa agevole vincere due partite di fila in casa. Il Poggibonsi avrà tutta la pressione addosso, ma farà valere le proprie forze.

Questi mesi in giallorosso mi hanno regalato delle emozioni intense. Credo di aver fatto un buona prima parte di stagione, anche se il cammino è ancora lungo.

Con il mio compagno di reparto Borri abbiamo compiuto dei passi avanti rispetto all’inizio, raggiungendo una maggiore alchimia. La difesa si è assestata e non balla più come qualche mese orsono.

Il Poggibonsi non guarda la graduatoria, ma ragiona di gara in gara. Ovviamente per stare in alto non bisogna commettere errori.

Negli scontri diretti abbiamo peccato di inesperienza, perdendo dei punti già incamerati e quelli sono match importanti che possono fare la differenza.

Sentiamo crescere l’entusiasmo attorno a noi. Con la Pianese lo stadio era spettacolare e ciò ci ha riempito di orgoglio, perché noi giochiamo per portare più persone possibili sugli spalti.

Viviamo per arrivare alla domenica e vedere che le gente si diverte nell’assistere alle nostre partite.”



Articoli correlati