Tagli indiscriminati dei boschi, Fdi chiede l’istituzione del parco nazionale del Monte Amiata

La proposta in una conferenza stampa, Rosso: “Chi sale all’Amiata vede zone ormai desertificate”

La tutela dei boschi del Monte Amiata è al centro di una proposta di Fratelli d’Italia, che crede nella creazione di un parco nazionale naturale per difendere l’area dall’indiscriminato disboscamento. Il progetto è stato presentato oggi in una conferenza stampa: “Vogliamo sottolineare quel che succede al Monte Amiata – ha detto a Siena Tv il senatore di Fdi Patrizio La Pietra – c’è un taglio secondo noi indiscriminato dei boschi che crea danni ambientale – ha detto il senatore – servono politiche concrete per evitare lo spopolamento della zone montane, incrementare servizi e permette attività produttive”. “C’è una distruzione dell’ecosistema dell’Amiata, chiediamo lo stop ai tagli degli alberi – aggiunge Lorenzo Rosso, coordinatore comunale di Fdi – per valutare poi col ministero dell’Ambiente quali precauzioni prendere. Chiederemo poi l’istituzione del parco nazionale dell’Amiata, fruibile a tutti, per un controllo più diretto sull’ambiente di una montagna bellissima che sta subendo delle violenze. Chi sale all’Amiata vede radure e zone ormai desertificate”.

Errebian
All Clean Sanex
Estra
Electronic Flare
Centro Farc
Terre Cablate
Europa Due