Unisi, oggi la seconda lezione sul tema dei rifugiati

Alle ore 15 all’aula magna del rettorato “Persecuzioni e tutela dei diritti umani dei migranti”

Persecuzioni e tutela dei diritti umani dei migranti, il caso dei rifugiati eritrei tra regime militare e confini europei: questo sarà il tema del secondo seminario del ciclo di incontri promossi dall’Università di Siena, aperti al pubblico e dedicati alla condizione di rifugiato in Italia e in Europa. La lezione si svolgerà domani 27 marzo, a partire dalle ore 15 nell’aula Magna storica del palazzo del rettorato.
Il ciclo coinvolge giuristi e antropologi universitari, insieme ad associazioni, enti e istituzioni, e affronta anche temi specifici o poco noti, come ad esempio le minoranze gay LGBT tra i rifugiati, le persecuzioni per motivi religiosi, il ruolo delle informazioni sui paesi di origine nelle procedure di asilo, l’accoglienza nelle istituzioni religiose, i  racconti personali dei migranti, le loro storie e recupero dell’identità di sé.
Un tema, quello dei rifugiati, che è sempre più un’emergenza a livello globale: nel mondo, nell’ultimo anno 65,6 milioni di persone sono fuggite dal proprio Paese. Di queste, circa 22,5 persone sono rifugiati, e più della metà sono minori. Ogni minuto, circa 20 persone scappano dalle proprie case per conflitti o persecuzioni. In Italia, nel 2017 hanno richiesto asilo oltre 130.000 persone, +5% rispetto al 2016 (dati UNHCR e Ministero dell’Interno).
Il ciclo di incontri “L’Europa come rifugio? La condizione di rifugiato tra diritto e società nell’abito delle politiche dell’Ue” nasce dalla collaborazione tra la Cattedra di diritto ecclesiastico e canonico del dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Siena, e gli insegnamenti antropologici del dipartimento di Scienze sociali, politiche e cognitive, con la collaborazione del Centro di informazione Europe Direct di Siena.

Errebian
Electronic Flare
Estra
All Clean Sanex
Terre Cablate
Centro Farc
Europa Due
Siena Bureau