Siena Awards 2020: Siena al centro del mondo della fotografia

Al via sabato l'evento internazionale che raccoglie scatti e video da 161 paesi, unendo realtà e virtualità

Momenti, persone, storie: racchiudono tutto questo gli scatti del Siena International Photo Awards 2020, il festival dedicato alla grande fotografia internazionale animerà Siena dal 24 Ottobre al 29 Novembre. Scatti e video provenienti da 161 paesi, una mostra che tocca diversi luoghi della città, dagli spazi dell’ex distilleria dello Stellino al Chiostro della Basilica di San Domenico, l’Accademia dei Fisiocritici, i bastioni della Fortezza, l’Area verde Camollia 85, fino a Sovicille, nei locali dell’ex Tinaia, in Piazza Marconi, che ospiteranno la mostra personale del fotografo sudafricano Brent Stirton.

Sono foto di grande spessore quelle raccolte negli spazi del Siena Awards, la cui inaugurazione si è tenuta nei locali dell’ex distilleria, location storica dell’evento, nei cui ampi spazi si snoda un racconto fatto di immagini ed emozione che accompagna il visitatore in un percorso scoperta, anche interiore.

“L’emozione è grande, perché quest’anno fino in fondo non sapevamo cosa avremmo potuto fare – spiega Luca Venturi, l’organizzatore dell’evento fotografico – Abbiamo scommesso sul realizzare a tutti i costi l’edizione di quest’anno, volevamo dare un messaggio positivo alla città. Sappiamo che tanta gente ci raggiungerà comunque dall’Italia e dall’estero, soprattutto tanti dei fotografi protagonisti, ma se il mondo non potrà venire quest’anno a Siena sarà Siena ad andare nel mondo”.

L’edizione 2020 guarda anche alla tecnologia, non solo per l’introduzione del Drone Award, ma anche dalla presenza della mostra itinerante “Non potevamo immaginare l’inimmaginabile”, che unisce reale e virtuale in un percorso tra vie e piazze del centro storico senese.

“E’ un’occasione importantissima per la città – commenta l’assessore Alberto Tirelli – sin dal primo momento ho sostenuto questa manifestazione che è molto conosciuta nel mondo. E’ un’iniziativa che mette Siena al centro del mondo della fotografia”.

Andrea Radi