Classifica Miur: tra le eccellenze 9 dipartimenti dell’università di Siena

Filologia critica ha la massima valutazione

Nove dipartimenti dell’università di Siena figurano tra le eccellenze nella classifica del Miur. Tra questi 350 ne saranno selezionati 180.

Escluse dalle eccellenze della classifica Miur Dipartimenti come Medicina, Economia, Science politiche e Ingegneria. Questo è quanto appare dalla classifica Miur sui dipartimenti migliori d’Italia. Al momento sono 352 i dipartimenti selezionati come eccellenze, che poi diventeranno 180 nella prossima selezione. Tra le trecento eccellenze mancano i maggiori dipartimenti dell’Università di Siena, tra cui Economia, Scienze politiche, Studi Aziendali e giuridici, Medicina molecolare e dello sviluppo, Scienze mediche, chirurgiche e neuroscienze, Ingegneria e Scienze matematiche e Scienze fisiche , della terra e dell’ambiente.

Troviamo invece in classifica i dipartimenti di area umanistica: al primo posto Filologia critica delle letterature antiche e moderne con valutazione 100, Scienze sociali, politiche e cognitive con 99, Studi aziendali e giuridici con 91, Giurisprudenza con 88, Scienze della formazione con 80, Scienze storiche e dei beni culturali con 73. Buone le valutazioni anche per Biotecnologie chimica e farmacia con valutazione 98, Biotecnologie mediche con 97 e Scienze della vita con 84.

I dipartimenti umanistici e farmaceutici, nel complesso, sembrano essere gli unici ad avere una buona valutazione, mentre tutti gli altri dipartimenti di spicco dell’Università dei Siena non appaiono nemmeno nella prima selezione.

Ai 180 dipartimenti universitari considerati eccellenti andranno i 271 milioni di euro previsti annualmente dalla legge di Bilancio 2017.

Ogni dipartimento riceverà in media 1,350 milioni di euro annui. A questi fondi si aggiungeranno altri 250 mila euro vincolati per infrastrutture di ricerca nei Dipartimenti di area scientifico-tecnologica. La selezione finale dei 180 Dipartimenti di eccellenza per il quinquennio 2018-2022 avverrà nel corso del 2017. Nelle prossime settimane la commissione individuerà i criteri di selezione e successivamente saranno gli stessi Dipartimenti a candidarsi per via telematica, avendo a disposizione tre mesi per predisporre e presentare il proprio progetto di sviluppo dipartimentale quinquennale.

Potranno presentare domanda i Dipartimenti inseriti nell’elenco dei 350 individuati dall’ANVUR (Agenzia nazionale di valutazione dell’Università e della Ricerca) sulla base di un indicatore standardizzato di performance (ISPD) predisposto dalla stessa Agenzia. L’indicatore ha messo a confronto, per ciascun settore disciplinare, la valutazione ottenuta dalle pubblicazioni delle docenti e dei docenti di ciascun Dipartimento nell’ultima Valutazione della Qualità della Ricerca (VQR) con le valutazioni medie del settore a livello nazionale.

Il documento dei Miur

 

 

Errebian
All Clean Sanex
Electronic Flare
Estra
Centro Farc
Terre Cablate
Europa Due